Avventura

Anita-Matteo-Jolanda-Massimiliano-Giacomo

 

Temi principali: l’avventura lascia una traccia emotiva. La provvidenza è un’esperienza che caratterizza le avventure. Il sogno vissuto con gli altri è parte viva del cammino scout ed è caratterizzato dall’atto creativo.

Ambientazione – Comunità – Strada.

 

Con il laboratorio si vogliono stimolare i capi a trovare una definizione comune e condivisa sul termine “avventura”, ad usare gli strumenti del medodo in modo consapevole e per un fine comune, a ragionare sulle scelte che fanno (intenzionalità educativa).

Il percorso progettato permette di ampliare lo sguardo rispetto a tre concetti tipici e fondamentali delle tre branche: Ambiente Fantastico (LC), la Squadriglia (EG) e la Strada (RS) , per riflettere sulla trasversalità di questi tre temi-ambiti-strumenti che in ciascuna branca i ripetono pur cambiando nome e connotati. Si vuole in questo modo anche sottolineare l’unitarietà della proposta scout, dall’ingresso in branco fino alla Partenza.

 

Ciascun incontro è scandito da dalla successione di quattro momenti irrinunciabili, a i quali si affiancano di volta in volta attività diverse.

Esperienza: gioco, cercare gli indizi in una scena del delitto. Osservare, dedurre, formulare ipotesi.

Emozioni: brainstorming emotivo, espressione al maschile e al femminile delle emozioni che hanno accompagnato l’esperienza.

Quiz metodologico.

Metodo: svisceriamo il metodo e alcuni strumenti dando risposte chiare, definizioni corrette e svelando alcune strategie.

Il confronto è parte fondante del laboratorio, purtroppo i capi partecipanti sono stati quasi esclusivamente capi reparto, quindi l’attenzione si è spostata sulla branca EG pur avendo l’attenzione a fare richiami e rimandi alle altre due branche.

 

– Primo incontro: si è sviscerato il tema dell’ambiente fantastico giungla-bosco, dalla definizione alla pratica con l’analisi di alcune componenti emotive e relazionali che accompagnano il racconto in branca LC. L’Ambientazione come strumento per stimolare la creatività e attuare la cogestione in branca EG. La sfida, la fatica, il gioco come ambienti creativi in branca RS.

Anche il camino spirituale delle tre branche avviene attraverso racconti ed esperienze vissute: San Francesco e Santa Chiara, San Giorgio, San Paolo e Santa Caterina, infine Gesù Cristo, sono testimoni reali dell’amore di Dio.

Definizione comune: l’ambientazione consente di sognare.

 

– Secondo incontro: tema centrale la squadriglia, declinata in Famiglia Felice e Comunità. Dopo aver elencato e analizzato alcuni strumenti che consentono di vivere la dimensione comunitaria i capi hanno espresso ciascuno una propria necessità e un proprio talento, che hanno pii utilizzato per immaginare un’impresa divisi in pattuglie.

Definizione comune: la Comunità sogna insieme e realizza con passione.

 

– Terzo incontro: il tema principale è la Strada per cui l’incontro è avvenuto per strada… in un primo step si è concluso il gioco degli indizi svelando il mistero del delitto, in un secondo step il quiz e il metodo in piazzetta attraverso un gioco a squadre, l’ultimo momento sul lungolago per approfondire la Spiritualità della Strada. Infine il rientro verso la sede con un’esperienza di fiducia e orientamento. La Strada in RS consente di compiere un viaggio e relazionarsi con i propri limiti, in EG è rappresentata dal sentiero e dalle avventure di sq., in LC è la Pista che seguono il lupetto e la coccinella ed è la natura come ambiente che permette di conoscere se stessi.

Definizione comune: la strada, attraverso la sperimentazione, rende coscienti di se e in grado di dominarsi e superare i limiti,  e a questo punto mettersi in gioco per gli altri.

 

Il percorso effettuato consente una duplice lettura: da un lato il metodo e le sue caratteristiche, dall’altro la progressione personale unitaria: ambientazione è Scoperta, comunità è Competenza, strada è Responsablità.

 

Al termine dei laboratori il gruppo ha redatto queste semplici definizioni di AVVENTURA:

  • L’avventura è lo spirito con cui affrontare il tempo che ci è stato donato da Nostro Signore. Vivere con spirito d’avventura provoca emozioni che generano profondi cambiamenti e che danno la spinta.
  • L’avventura è un’esperienza coinvolgente e sfidante, che fa crescere e rende consapevoli delle proprie potenzialità, dando così la spinta per fare altro.